Schréder - Soluzioni per piste ciclabili

Piste ciclabili Soluzioni di illuminazione per fare la differenza

Contenuto

08

06

Dati e numeri principali

Normative e Standard internazionali

08

Normative e Standard internazionali

10

Infrastrutture ciclabili Come ottimizzarle

18

18

Sfide e soluzioni

Sfide e soluzioni

26

Prodotti Schréder

28

Soluzioni di controllo

Alcuni dei nostri progetti

32

32

Alcuni dei nostri progetti

2

Niko Smets Sales Manager Schréder BE

Con il traffico in continuo aumento, la libertà che tradizionalmente associamo alle auto non è più una realtà. La bicicletta è diventata più efficiente della macchina. Da ciclista abituale lo sperimento molto, anche sulle medie distanze. Ma i vantaggi non sono solo legati al tempo risparmiato. Quando vado al lavoro in bicicletta, faccio il mio esercizio quotidiano, mi sento più rilassato e sto contribuendo direttamente alla riduzione delle emissioni di CO 2 . In Schréder, ci impegniamo ad agire in modo responsabile per un futuro sostenibile. Poiché sempre più persone utilizzano infrastrutture ciclabili, vale sicuramente la pena investire in piste ciclabili di qualità! Con le nostre conoscenze e competenze, possiamo aiutare la tua città a creare le migliori condizioni per andare in bicicletta, con la massima efficienza e il minor impatto sull’ecosistema. Cambiare il modo in cui ci muoviamo, viviamo, lavoriamo e giochiamo

3

Together for our Future La nostra politica aziendale

Schréder ha sviluppato una strategia di sostenibilità coesa a livello aziendale chiamata “Toghether for our Future” (Insieme per il nostro futuro). Il progetto è strutturato attorno a tre assi che comprendono i principali obbiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs). La sostenibilità è inclusa nella nostra strategia, struttura, nei processi e nella cultura. Lavorare in questo modo è l’unica possibilità per ottenere benefici realmente positivi e duraturi. Promuovere la mobilità attiva e la sicurezza per tutti con le migliori soluzioni di illuminazione sul mercato è un modo per creare valore sostenibile per le comunità.

FOR OUR PEOPLE Essere responsabili per le nostre persone sviluppando la crescita umana attraverso la diversità ed il rispetto dei diritti umani Aree di interesse: › Diversità di genere › Diritti umani

FOR OUR PLANET Essere responsabili per il nostro pianeta riducendo il nostro impatto ambientale e quello dei nostri clienti

FOR OUR COMMUNITY Essere responsabili per la nostra comunità avendo un impatto decisamente positivo sulla società attraverso le nostre soluzioni Aree di interesse: › Illuminare con un impatto sociale positivo › Rispetto per gli ecosistemi della fauna e della flora

Aree di interesse: › Impronta di carbonio dell’azienda › Efficienza energetica dei nostri apparecchi › Economia circolare

4

«Il nostro ruolo di leader di mercato ci motiva a prendere parte alla battaglia globale contro il cambiamento climatico contribuendo ad uno sviluppo economico rispettoso. Aiutiamo le comunità ad affrontare le loro sfide più grandi, rendendo il mondo più sostenibile.»

Werner de Wolf CEO – Schréder

5

Dati e numeri principali Reinventare la ruota

La congestione del traffico, la scarsa qualità dell’aria e gli effetti del cambiamento climatico sono tutti buoni motivi per promuovere la mobilità attiva. Se guardiamo i fatti e i dati, l’utilizzo della bicicletta può sicuramente essere parte della soluzione.

2,2

5

biciclette nuove vendute per ogni auto in Europa. Ogni anno nell’UE vengono vendute oltre 22 milioni di biciclette (2) .

6

73 %

£ 10-20 è l’investimento in infrastrutture ciclabili all’anno e pro capite in alcune città del Regno Unito (4) .

degli Europei ritengono che le bici dovrebbero beneficiare di un trattamento preferenziale rispetto alle auto (1) .

3

-5 km Il 50% di tutti i viaggi in auto privata nelle città sono inferiori a 5 chilometri (Unione Europea) (1) .

+270 %

4

1

l’aumento dell’uso delle piste ciclabili in alcune città australiane con la pandemia (3) .

2

la riduzione delle emissioni di gas serra è il traguardo fissato dal piano degli obbiettivi climatici dell’UE per il 2030. -55 %

(3) https://www.theguardian.com/world/2020/may/26/ call-to-fast-track-bike-lanes-to-boost-jobs-and-take-advantage-of-lockdown-induced-bicycle-sales (4) «Planning for Cycling.» - Rob Gallagher and John Parkin.

(1) «Cycling: the way ahead for towns and cities.» - European Community. (2) www.statista.com

6

Una buona pista ciclabile?

I ciclisti considerano diversi parametri per valutare l’infrastruttura che utilizzano. • Qualità delle superfici delle piste ciclabili • Illuminazione, soprattutto in zone difficili come gli incroci • Segnaletica chiara e visibile • Presenza di semafori o piccole rotonde • Senso di sicurezza (oggettivo e soggettivo)

Incentivi a pedalare in città

70%

Strutture ciclabili accessibili

28%

Restrizioni al traffico motorizzato

21%

Parcheggi sicuri per le biciclette

11%

Campagne promozionali

8%

Sistemi di bike sharing

7

Normative e Standard internazionali Cosa dicono le norme ?

8

L’illuminazione delle piste ciclabili è essenziale per fornire un percorso sicuro, per garantire la sicurezza (oggettiva e soggettiva) ai ciclisti e per guidarli nel loro percorso. Aumenta anche il comfort. Il Comitato europeo di normazione (CEN) ha stabilito una serie di norme per l’illuminazione pubblica ( EN 13201-x Road Lighting ). Per le piste ciclabili, tali norme forniscono raccomandazioni per il livello di illuminazione in funzione della disposizione della strada e del (relativo) posizionamento delle piste ciclabili, della presenza o meno di dispositivi di riduzione della velocità, del rischio di aggressione e dell’eventuale necessità di riconoscimento facciale. In generale per le piste ciclabili si consiglia un valore compreso tra 5 e 10 lux . L’illuminazione deve consentire ai ciclisti di seguire il proprio percorso in sicurezza , indipendentemente dall’ora e dalla stagione, altrimenti la pista ciclabile rischia di essere sottoutilizzata. L’illuminazione deve inoltre consentire ai ciclisti di

vedere facilmente gli ostacoli sul loro percorso e di comprendere la segnaletica a terra. Questo è noto come illuminamento orizzontale. Misura in lux la quantità di luce che raggiunge la superficie. L’illuminazione dovrebbe anche rendere chiaramente visibili tutti gli oggetti verticali . È importante che i ciclisti siano in grado di leggere i segnali stradali, di identificare gli edifici vicini e di vedere ciclisti o pedoni che si avvicinano a loro. È inoltre essenziale che gli automobilisti possano vederli, se la pista ciclabile è accanto o vicino a una strada. L’illuminazione di questi oggetti verticali (segnali stradali, ombra del ciclista, ecc.) definisce il cosiddetto illuminamento verticale. È misurato ad 1,5 m da terra. Il livello di illuminazione dovrebbe essere il più uniforme possibile e prevenire sempre zone di oscurità.

9

Infrastrutture ciclabili Come ottimizzare i vari layout Esistono diversi tipi di piste ciclabili. Tutti hanno le loro specificità e richiedono soluzioni di illuminazione dedicate.

10

Corsia riservata alle biciclette

La segnaletica orizzontale che mostra frecce e un ciclista funge da promemoria visivo: la strada è utilizzata da biciclette ed automobili. Le corsie delimitate da strisce con il simbolo di un ciclista in mezzo definiscono l’area della strada riservata ai ciclisti. Queste non sono vere piste ciclabili.

Come illuminarle? In questo caso le piste ciclabili fanno parte della strada. Proponiamo apparecchi con la distribuzione della luce adatta a coprire l’intera superficie, comprese le corsie dedicate ai ciclisti. Nel pieno rispetto della CEN 13201-1, selezioniamo per la pista ciclabile la distribuzione della luce che rispetti una classe in meno rispetto a quella della strada principale.

11

Infrastrutture ciclabili

Piste ciclabili

Una pista ciclabile si trova accanto alla strada, ma è distinta da essa sia dalla pavimentazione sia da dislivelli, barriere o vegetazione.

Come illuminarle? Si consiglia di utilizzare pali con apparecchi montati su due tipi di sbraccio: uno fissato a 6-10 metri per la strada principale e l’altro retro palo, ad altezza inferiore, per la pista ciclabile. La staffa posteriore consente all’apparecchio di illuminazione della pista ciclabile di essere sfalsato per utilizzare un’ampia distribuzione della luce, abbinata alla distanza dei pali per l’illuminazione stradale.

12

Percorsi ciclabili

Un percorso ciclabile è una pista separata dal traffico motorizzato. È dedicato alle biciclette o condiviso con i pedoni o altri utenti non motorizzati.

Come illuminarli? I pali di illuminazione non dovrebbero influire sulla larghezzadel percorso. Utilizziamo i nostri apparecchi di illuminazione ad alta efficienza, dedicati alle installazioni di altezza ridotta (da 4 a 6,3 m) con un’interdistanza da 6 a 8xh per rispettare la classe P4, consentendo ai ciclisti di vedere da 30 a 40 m di distanza. A seconda dell’ambiente, utilizziamo distribuzioni luminose che possono illuminare fino a 1,5 m su entrambi i lati della pista ciclabile.

13

Infrastrutture ciclabili

Attraversamenti stradali

Come illuminarli? A50 km/h, gli automobilisti hanno un campo visivo ristretto e hanno bisogno di 28mper fermarsi (13,5 m a 30 km/h). Per queste zone difficili, utilizziamo le stesse distribuzioni di illuminazione specifiche degli attraversamenti pedonali per fornire un elevato livello di illuminamento verticale. Li combiniamo con LED bianchi neutri per garantire un contrasto più nitido che aiuta gli automobilisti a vedere i ciclisti che attraversano la strada. Le piste o i percorsi ciclabili possono talvolta attraversare strade principali. In queste zone difficili dove i ciclisti incontrano gli automobilisti, la sicurezza è la priorità assoluta. Barriere, segnaletica ed illuminazione proteggono gli utenti più vulnerabili.

14

Sottopassi

Per evitare di attraversare le strade, vengono spesso creati dei sottopassaggi. Forniscono scorciatoie e consentono ai ciclisti di evitare il traffico motorizzato.

Come illuminarli? I ciclisti dovrebbero sentirsi a proprio agio in queste aree delimitate dove percepiscono naturalmente un eventuale pericolo. Applichiamo livelli di illuminazione più elevati e forniamo apparecchi di illuminazione lineare antivandalici ed impermeabili come il nostro LED MY1 o la nostra gamma SCULPline. Possiamo combinarli con sensori di movimento per attenuare i livelli di illuminazione quando il sottopasso non viene utilizzato.

15

Infrastrutture ciclabili

Ponti

Le città che considerano la mobilità e l’esperienza dei ciclisti come priorità elevate hanno costruito molti ponti ciclabili. Alcuni di loro sono diventati strutture rilevanti nel paesaggio.

Come illuminarli? Poiché l’aspettoarchitettonicoèfondamentale, tendiamo ad integrare l’illuminazione nella struttura del ponte. Per illuminare il ponte possiamo creare sistemi di illuminazione personalizzati per i parapetti, utilizzando la nostra gamma di proiettori a LED SCULP per valorizzare la struttura con schemi di illuminazione colorati.

16

17

6 soluzioni per dare il massimo

Sfide e soluzioni

18

1 Garantire

la massima sicurezza

La sicurezza soggettiva è la sensazione o la percezione della sicurezza. Tuttavia, esistono criteri oggettivi per definire che una pista ciclabile sia sicura. Deve avere un alto livello di uniformità per evitare macchie a terra. I ciclisti devono essere in grado di vedere chiaramente superfici irregolari ed ostacoli. Dovrebbe guidare i ciclisti in modo che possano seguire facilmente la segnaletica. Il livello di illuminamento verticale corretto è fondamentale per il riconoscimento facciale o la lettura dei segnali. Aiuta anche a vedere altri ciclisti provenienti dalla direzione opposta. Poiché le e-bike possono raggiungere una velocità massima di 45 km/h (12,5 m/s), è essenziale che i ciclisti possano individuare rapidamente pericoli come curve impreviste, dislivelli, barriere o incroci. Diverse temperature di colore possono essere utilizzate per zone difficili come gli incroci.

Apparecchi Schréder

Con Teceo S e IZYLUM 1 o 2, ampiamente riconosciuti da organismi indipendenti, Schréder offre un’ampia gamma di soluzioni di illuminazione ottimizzate per le piste ciclabili. La combinazione del giusto pacchetto lumen (da 600 a 15.000 lm) e della giusta distribuzione della luce consente ai nostri ingegneri applicativi di proporre le migliori configurazioni per affrontare la sfida della sicurezza .

TECEO S

IZYLUM 1

19

Sfide e soluzioni

a tutti gli utenti 2 Le prestazioni non possono pregiudicare il comfort. Poiché le piste ciclabili richiedono l’installazione di apparecchi di illuminazione ad altezze di montaggio ridotte, è fondamentale limitare l’abbagliamento . Non tutte le soluzioni sono in grado di fornire il livello di comfort visivo che gli utenti finali si aspettano. I ciclisti vogliono vedere chiaramente l’ambiente circostante, essere in grado di leggere la segnaletica e riconoscere gli altri utenti. La qualità della luce gioca un ruolo importante nel riconoscimento dei colori.

Fornire il comfort

Quando si tratta di fornire la luce giusta nel posto giusto al momento giusto, la luce su richiesta può garantire che le persone traggano vantaggio dalle migliori condizioni in un determinato ambiente. Ciò è particolarmente vero per le piste ciclabili dove l’attività notturna può variare molto.

Apparecchi Schréder

Schréder stabilisce standard elevati in termini di controllo dell’abbagliamento (classe G*) e resa cromatica (CRI). Teceo S, ad esempio, rispetta la classe G*4 per offrire un elevato comfort visivo. Fornisce inoltre una luce bianca delicata e calda con un indice di resa cromatica 80, per mostrare i colori come sono con la luce naturale, per una migliore esperienza. Poiché può essere dotato di un sensore integrato di rilevamento del movimento (PIR), Teceo S è pronto per creare scenari di illuminazione intelligenti che massimizzano la sicurezza e il comfort per i ciclisti.

TECEO S

20

3 Ottimizzare le risorse

L’illuminazione rappresenta gran parte della bolletta energetica di una città, ma con la giusta tecnologia e il giusto partner può essere notevolmente ridotta. La rilevanza di un investimento va misurata nel tempo, considerando i risparmi che offre in termini di costi energetici e di manutenzione negli anni . I prodotti di qualità offrono fotometrie ad alta efficienza e ad alte prestazioni che consentono di aumentare la distanza tra i pali, riducendo il numero di punti luce per chilometro e ottimizzando l’uso dell’energia . I risparmi possono essere ulteriormente moltiplicati con le funzioni di controllo, comprese le opzioni di dimming e rilevamento del movimento.

Apparecchi Schréder

Schréder previene l’illuminazione eccessiva fornendo la soluzione migliore per garantire che venga utilizzata solo l’energia necessaria , tenendo conto del naturale deprezzamento nel tempo (fattore di manutenzione). IZYLUM 1 e IZYLUM 2 sono stati ottimizzati per applicazioni a bassa altezza come l’illuminazione di piste ciclabili. Ultracompatti, efficienti dal punto di vista energetico (fino a 172 lm/W) e disponibili con distribuzioni luminose ad alto rendimento, offrono prestazioni a lungo termine (durata del LED di 100.000 ore o 25 anni) e ottimizzano il costo totale di proprietà. Con un consumo energetico molto basso, che può essere ulteriormente ridotto integrando sensori, IZYLUM fornisce una soluzione conveniente per qualsiasi tipo di pista ciclabile .

IZYLUM 2

21

4 5

Sfide e soluzioni

A prova di futuro e dei vandali

Soluzioni Schréder

Nelle aree pubbliche dove c’è poca attività, potrebbero verificarsi atti di vandalismo. Questo potrebbe essere il caso delle piste ciclabili in periferia o tra due città. È importante considerare la solidità dell’impianto di illuminazione . Potrebbe essere necessario incrementare o adattare l’infrastruttura ciclabile nel tempo. Vale la pena investire in sistemi che possano essere facilmente ampliati ed aggiornati .

La filosofia di Schréder è progettare e sviluppare prodotti FutureProof per l’economia circolare, aggiornabili in qualsiasi momento. Con i nostri sistemi di controllo wireless, è possibile estendere facilmente un’installazione aggiungendo nuovi apparecchi I nostri apparecchi antivandalo (IK 09) Teceo S e IZYLUM sono costruiti per durare.

Prevenire il furto di bici

Soluzioni Schréder

SHUFFLE offre una soluzione unica per i parcheggi di biclette: mentre una confortevole illuminazione d’ambiente crea luoghi attraenti, telecamere di sorveglianza all’avanguardia , con zoom digitale o contollo completamente motorizzato, tengono d’occhio le biciclette. SHUFFLE scoraggia le persone con cattive intenzioni e fornisce un senso di sicurezza. Può anche offrire stazioni di ricarica per le e-bike.

Le e-bike, che stanno diventando sempre più popolari, vengono prese di mira dai ladri. Il furto di biciclette è in aumento, al pari della crescente popolarità di questo mezzo di trasporto alternativo. I parcheggi per biciclette controllati possono aiutare a prevenire questi furti.

SHUFFLE

22

6 Preservare fauna selvatica ed ambiente

In alcune aree possono essere presenti posatoi di pipistrelli. Alberi e siepi sono ambienti naturali per i pipistrelli, mentre fiumi e canali sono importanti anche per il foraggiamento. Alcune specie di pipistrelli sono molto sensibili alla luce . L’installazione di un’illuminazione inadeguata può distruggere le aree di nutrimento impedendo ai pipistrelli di muoversi nell’ambiente. Tuttavia, i pipistrelli non sono gli unici animali che devono essere protetti dall’illuminazione incontrollata. Fauna e flora possono patire nel tempo l’elevata intensità luminosa, lo spettro cromatico (luce blu) e l’illuminazione eccessiva. Solo gli esperti possono ridurre al minimo il disturbo alle diverse specie di pesci, insetti e animali in via di estinzione.

Soluzioni Schréder

La fotometria Schréder PureNight soddisfa le specifiche del cielo buio (0% ULOR) e sfrutta i nuovi accessori (controllo della retroilluminazione e limitatore di abbagliamento) per concentrare la luce solo sulla pista ciclabile. La soluzione FlexiWhite di Schréder combina la dimmerazione e le variazioni della temperatura di colore in base a scenari fissi o su richiesta, tramite sensori, per un’illuminazione sicura ed ecologica.

23

Sfide e soluzioni

Fotometrie per minimizzare l’inquinamento luminoso

LUCE RIFLESSA VERSO L’ALTO

LUCE RIFLESSA A CAUSA DELL’INTENSA COPERTURA NUVOLOSA

LUCE DIRETTA VERSO L’ALTO

Con il suo concetto PureNight basato su progetti fotometrici eccellenti, Schréder offre la soluzione definitiva per restituire il cielo notturno senza spegnere le città . Le soluzioni Schréder PureNight dirigono la luce solo dove è voluta e necessaria, rispettando le più severe normative ambientali.

LUCE INTRUSIVA

AREA DI ABBAGLIAMENTO

ABBAGLIAMENTO DIRETTO

24

La giusta temperatura di colore per le persone e la fauna

Amica della natura , minima illuminazione di sicurezza

rilevamento delle persone , massima sicurezza e comfort (alta visibilità)

3000K

AMBRA

Ambra come impostazione predefinita, 3000K al rilevamento .

Utilizzando PCBA con due tipi di LED (es. ambra e 3000K), è possibile selezionare una delle due temperature colore oppure mescolarle a vari livelli (dimming) per creare una tavolozza di temperature colore. Poiché le lenti coprono l’intera PCBA, la distribuzione della luce rimane invariata qualunque cosa tu scelga.

3000K 2700K 2200K

AMBRA

8 H 9 H 10 H 11 H 0 H 1 H 2 H 3 H 4 H 5 H 6 H 7 H 8 H

25

Caratteristiche tecniche

I K 09 I P 66/67

I K 09 I P 66

IZYLUM

TECEO S

Altezza di installazione raccomandata Tipico flusso in uscita (range)

IZYLUM 1

IZYLUM 2

4 a 8m

Altezza di installazione raccomandata Tipico flusso in uscita (range)

800 a 9000lm

4 a 8m

4 a 10m

Potenza

9,8W a 78W

600 a 8200lm 1900 a 15000lm

Bianco caldo, neutro e freddo

Temperatura colore

Potenza

7,2W a 65W

18,6W a 109W

Tensione nominale

220-240V - 50-60Hz

Temperatura colore

Bianco caldo, neutro e freddo

Protezione alle sovratensioni

Tensione nominale

220-240V - 50-60Hz

6 - 10kV

Protezione alle sovratensioni

6 - 8 - 10kV

A

A

Dimensioni

Dimensioni

B

B

IZYLUM 1 IZYLUM 2

A

450mm

A 587mm 604mm B 94mm 94mm C 294mm 352mm 4,9kg 6,3kg KG

B

99mm

C

252mm 5,1kg

C

KG

C

TECEO1

Facile montaggio universale (laterale avvolgente e testa palo): Ø32-60mm - Ø32-76mm

Facile montaggio universale (laterale avvolgente e testa palo): Ø32mm - Ø42-48mm - 60mm - Ø76mm

+30°

TECEO1

0° 5° 15° 10°

+30°

-10° 0° -5°

-15°

-10°

-30°

SCULPLINE

IP66

DMX RDM DAL I VE TRO I K 07 PC I K 08

I P 66

Tipico flusso in uscita (range)

500 a 10000lm

PC I K 09 PC I K 10 PMMA I K 06

Potenza

13,6W a 90W

SHUFFLE

Bianco caldo o neutro RGB CW

Temperatura colore

Tensione nominale

220-240V - 50-60Hz

Tipico flusso in uscita (range)

1300 a 6700lm

Protezione alle sovratensioni

10kV

Potenza

18,1W a 55W

SCULPline 1

SCULPline 2

Temperatura colore

Bianco caldo e neutro

500mm

Lunghezza

1000mm

Tensione nominale

220-240V - 50-60Hz

KG

4,8kg

6,4kg

Protezione alle sovratensioni

10kV

6,84M

Apparecchio di illuminazione

MAX. 5 moduli

MY1 LED

CCTV

I K 10 I P 67

WLAN

Tipico flusso in uscita (range)

1600 a 11100lm

Anello luminoso

Potenza

23W a 89W

Temperatura colore

Bianco caldo

2,28M Min. altezza del palo

Altoparlante

L

Tensione nominale

220-240V - 50-60HZ

Interfono

Protezione alle sovratensioni

4 - 10kV

Lunghezza

295mm a 1581mm

Ricarica EV

KG

1,4kg a 6kg

Soluzioni di controllo Flessibilità, massimo risparmio e maggiore comfort Le nostre soluzioni intelligenti garantiscono sempre la luce giusta nei posti giusti. Riducono al minimo il consumo di energia, facilitano l’espansione della rete, ottimizzano le operazioni di manutenzione e la gestione delle risorse offrendo al contempo la migliore esperienza per l’utente. Offriamo una gamma completa di soluzioni, dalle funzioni di regolazione di base ad interi sistemi di gestione remota.

28

Rete locale autonoma con sensori di movimento

Gli apparecchi dotati di sistemi di controllo Owlet LUCO AD possono creare una rete chiusa che fornisce scenari di luce su richiesta con sensori di movimento. I livelli di illuminazione sono regolati per la maggior parte del tempo per massimizzare il risparmio energetico. All’arrivo dei ciclisti, i sensori ne rilevano la presenza e gli apparecchi davanti a loro aumentano il flusso luminoso per offrire le migliori condizioni in termini di sicurezza e comfort. Grazie alla comunicazione wireless tra gli apparecchi, i sensori possono essere installati nei luoghi più opportuni . La rete può essere ampliata in qualsiasi momento poiché significa semplicemente aggiungere nuovi apparecchi al circuito. Gli scenari possono anche essere modificati nel tempo per adattarsi a nuove situazioni.

• Soluzione smart ed autonoma • Scenari di luce su richiesta • Massimo risparmio con l’uso ottimizzato dell’energia • Massima sicurezza e comfort per i ciclisti • FutureProof con possibili modifiche in loco Vantaggi

29

Soluzioni di controllo

Sistema di gestione remota Schréder EXEDRA Schréder EXEDRA è un sistema di controllo remoto per il monitoraggio, la misurazione e la gestione di una rete di illuminazione. È una soluzione completa basata su standard e protocolli aperti. Schréder EXEDRA offre una combinazione unica di tecnologia all’avanguardia ed un’interfaccia web di facile utilizzo per controllare ogni apparecchio in ogni momento attraverso una connessione Internet sicura. Con la comunicazione bidirezionale è possibile monitorare lo stato di funzionamento, il consumo di energia ed i possibili guasti . Schréder EXEDRA può essere combinato con un’ampia gamma di sensori per creare scenari luminosi reattivi . Attraverso strumenti avanzati di analisi dei dati, presentati sia visivamente che nei report, Schréder EXEDRA è un potente strumento per l’efficienza, la razionalizzazione ed il processo decisionale.

Vantaggi

• Sistema smart, aperto ed interoperabile con dispositivi e piattaforme di terze parti • Scenari di luce su richiesta aggiornabili in qualsiasi momento (comunicazione bidirezionale) • Stesso sistema per tutta la città (non solo gli attraversamenti pedonali) • Piattaforma futureproof per affrontare nuove sfide ed evolvere con la tecnologia • Compatibile con controlli/sensori NEMA e Zhaga-D4i

30

PIR o radar?

Quando si tratta di scegliere un dispositivo di rilevamento, come si fa a scegliere tra PIR e radar? È una questione di flessibilità e costi. I sensori di movimento tradizionali sono stati progettati utilizzando il PIR in quanto è un dispositivo di rilevamento semplice e conveniente . Il sensore PIR rileva i cambiamenti nella quantità di radiazione infrarossa. Un radar utilizza l’effetto Doppler per determinare il movimento , la velocità e la direzione di un oggetto. Perciò le caratteristiche richieste alla fine determineranno la scelta della tecnologia. La distanza è importante? In tal caso, bisogna tenere presente che i sensori PIR hanno un raggio di rilevamento di circa 5 metri. Il radar può funzionare in un raggio da 2 a oltre 30 metri. Se la velocità e la direzione dell’oggetto in movimento sono parametri chiave, il radar è la soluzione migliore perchè può rilevare entrambe le caratteristiche.

31

Alcuni dei nostri progetti

Thy-Le-Château (Belgio) - Prodotto: CITEA NG con sensori

Budapest (Ungheria) - Prodotto: SHUFFLE

32

Roeselaere (Belgio) - Prodotto: TECEO S con sensori ed energia solare

As (Belgio) - Prodotto: TECEO con sensori 33

Alcuni dei nostri progetti

Tiel (Paesi Bassi) - Prodotto: YOA

Heidelberg (Germania) - Prodotto: TECEO

Londra (Regno Unito) - Prodotto: YOA

34

Tilburg (Paesi Bassi) - Prodotto: PIANO

Tessenderlo (Belgio) - Prodotto: TECEO con sensori di movimento

Póvoa de Varzim (Portogallo) - Prodotto: PIANO

35

www.schreder.com

Copyright © Schréder S.A. 2021 - Executive Publisher: Stéphane Halleux - Schréder S.A. - rue de Mons 3 - B-4000 Liège (Belgium) - The information, descriptions and illustrations herein are of only an indicative nature. Due to advanced developments, we may be required to alter the characteristics of our products without notice. As these may present different characteristics according to the requirements of individual countries, we invite you to consult us.

Page 1 Page 2 Page 3 Page 4 Page 5 Page 6 Page 7 Page 8 Page 9 Page 10 Page 11 Page 12 Page 13 Page 14 Page 15 Page 16 Page 17 Page 18 Page 19 Page 20 Page 21 Page 22 Page 23 Page 24 Page 25 Page 26 Page 27 Page 28 Page 29 Page 30 Page 31 Page 32 Page 33 Page 34 Page 35 Page 36

www.schreder.com

Powered by